6 aprile 2019 – LA SUCCESSIONE: istruzioni pratiche alla portata di tutti

Perché è importante SCRIVERE IL TESTAMENTO?
QUALI DIRITTI E QUALI OPPORTUNITÀ puoi avere con questo strumento?
Cosa significa quota di legittima?

A queste ed altre domande si darà risposta SABATO 6 APRILE ALLE 10.00, presso la sede della Banca Centropadana, in corso Roma, 100 a Lodi.

Un incontro aperto alla cittadinanza organizzato dai Notai di Lodi con la collaborazione della Fondazione Comunitaria e della Banca Centropadana

Alcuni notai del lodigiano, esperti del settore, spiegheranno con parole semplici quali sono i principi giuridici che regolano le successioni.
Informazioni utili per aiutare gli interessati a far le proprie scelte con consapevolezza e serenità.
Saranno inoltre illustrati i diritti che la Legge riserva ad alcuni soggetti – i legittimari – e sulle forme e contenuto che il testamento può assumere.

L’incontro è parte di un ciclo di appuntamenti promossi dal Consiglio Notarile di Milano insieme ai notai di Lodi su temi attinenti alla loro attività professionale, seguendo l’esempio dei notai presenti sul territorio nazionale.

Seppur il testamento venga spesso associato a momenti cupi dell’esistenza e rimandi al pensiero di concetti negativi, può essere anche inteso con un’accezione positiva.

Un gesto di responsabilità e generosità. Verso i propri cari, ma anche verso le generazioni future.

Un lascito testamentario è un modo per concretizzare le proprie volontà, destinando una parte dei propri beni a favore di finalità e opere sociali e solidali.
Con un lascito si può, quindi, salvaguardare, contemporaneamente, gli interessi dei famigliari e destinare con precisione e garanzia una parte dei beni a enti o a organizzazioni non profit, tra cui anche la Fondazione di Comunità del proprio territorio.

Rimanendo certa la tutela che la legge riconosce ai diritti del coniuge, dei figli o dei loro discendenti, mettere nero su bianco il modo in cui s’intende disporre del proprio patrimonio permette di stabilire quanto e cosa lasciare alle persone, alla comunità, alle cause che si sostengono.
Solo grazie alla Fondazione di Comunità è possibile, poi, creare un Fondo patrimoniale per realizzare i progetti e le volontà indicate nell’atto testamentario.

Con un testamento puoi destinare in modo sicuro e trasparente una parte dei tuoi beni a favore di finalità e opere sociali e solidali che lasceranno un segno indelebile e un ricordo sempre vivo nella mente dei tuoi concittadini, salvaguardando e valorizzando con lungimiranza gli interessi dei tuoi famigliari.

Nell’arco dei prossimi 15 anni, come illustra il Quaderno dell’Osservatorio intitolato “Il mercato dei lasciti testamentari” un quinto della ricchezza del Paese, è destinata ad essere trasferita “mortis causa” ossia lasciata in eredità.  All’interno di questo flusso, si ipotizza che il valore economico potenziale dei lasciti al terzo settore possa oscillare fra i 100 e i 130 miliardi di euro; una cifra davvero considerevole che potrebbe rovesciare, in positivo, l’andamento, lo sviluppo e la strutturazione dell’universo no profit italiano.

L’incontro di sabato 6 aprile sarà moderato dal Notaio Piercarlo Mattea, membro del Consiglio Notarile di Milano e interverranno con la loro esperienza in materia, i Notai Francesco Anselmi, Luciana Ascone, Alessandro Balti, Paola Baggini e Vincenzo Rozza.

L’ingresso è libero, aperto a tutta la cittadinanza, con disponibilità di posti a sedere fino ad esaurimento.

Scarica la Locandina

Iscrivi su facebook