“Una comunità contro la dispersione” inizierà a settembre

Il progetto “Una Comunità contro la dispersione” avviato poco prima che scattasse l’emergenza Covid, non si è fermato nonostante la difficoltà di incontrarsi.

In questo mesi le varie realtà coinvolte hanno portato avanti la programmazione e sono pronte per il nuovo anno scolastico.

L’Ufficio Scolastico Territoriale, il Centro di Formazione per Adulti e la Fondazione Sicomoro che gestisce il percorso della Scuola di Seconda Opportunità, si sono incontrati online per analizzare e condividere le strategie di accoglienza e accompagnamento dei ragazzi ‘fragili’.

Il progetto si sviluppa attraverso percorsi individualizzati volti ad evitare l’abbandono scolastico e si concretizza con l’attivazione delle DOTI DI COMUNITÀinterventi sperimentali per minori in età adolescenziale a rischio dispersione, valorizzando così la formazione professionale. 

I beneficiari saranno 52 giovani, che verranno inseriti presso i CFP/IeFP e che senza l’intervento del progetto non potrebbero accedervi.

Grazie alla collaborazione delle docenti referenti dell’ IC di Codogno e di Casalpusterlengo, l’Ufficio di Piano e l’Ufficio Scolastico Territoriale è stato possibile riattivare un coordinamento tra scuole in tema di orientamento, per potenziare le competenze del territorio nell’accompagnare nella scelta scolastica e definire un percorso di integrazione e raccordo tra iniziative territoriali, volto a costruire e diffondere buone prassi innovative.

Si è svolto inoltre l’incontro di programmazione delle attività alla presenza del Cpia, in qualità di Capofila, e dei partner del progetto: CFP CONSORTILE, CFP CLERICI, CFP CANOSSA, CFP CALAM, IeFP Ambrosoli, IeFP Volta, in collaborazione con l’Ufficio Scolastico Territoriale e l’ Ufficio di Piano.

Tutto è pronto quindi per il nuovo anno scolastico 2020/2021.