Anche il coordinamento Uguali Doveri supporta il Fondo Nuove Povertà

Anche il coordinamento Uguali Doveri ha deciso di sostenere con una donazione di 5.000€ la raccolta fondi a favore del fondo Nuove Povertà con l’obiettivo di restare accanto alle persone e alle famiglie che a causa della pandemia si sono trovate ad affrontare particolari situazioni di fragilità. Il covid infatti ha intensificato le difficoltà per chi era già in una condizione di marginalità, ma ha anche fatto emergere nuove povertà economiche e sociali.

Già in passato il Coordinamento aveva promosso con la Fondazione il bando Uguali Doveri per finanziare, con una somma complessiva di 100.000 euro, una serie di progetti contro le discriminazioni e a sostegno dell’integrazione, attingendo a risorse donate da tutta Italia; progetti che a causa della pandemia devono ancora essere in parte realizzati. Al netto di quelle risorse e di quelle impiegate sul “caso mense di Lodi”, sono rimasti dei fondi che ora il coordinamento ha deciso di destinare a diverse iniziative di solidarietà, tra cui appunto anche le povertà nel Lodigiano.

“Ci siamo presi tutto il tempo necessario a ragionare su quali fossero le destinazioni migliori per le risorse che erano state accantonate – spiega Michela Sfondrini del coordinamento Uguali Doveri – e con trasparenza abbiamo deciso insieme di cogliere, fra le altre, l’opportunità offerta dal Fondo Nuove Povertà, pensando di interpretare nella maniera più fedele possibile le intenzioni dei donatori. In questo modo, infatti, diamo un contributo tangibile per superare nuove discriminazioni sociali, come quelle legate alla povertà”.

La somma donata è stata raddoppiata dalla Fondazione che vuole così moltiplicare l’impatto di un nobile gesto di generosità, incentivando inoltre altre persone, enti o realtà imprenditoriali a contribuire con una donazione al Fondo Nuove Povertà.